tag foto 1 tag foto 6 tag foto 6 tag foto 7 tag foto 2 tag foto 3 tag foto 4 tag foto 5 tag foto 6

08/11/13

Il Miele

Ormai l'estate è passata, il clima cambia e i primi malanni di stagione incominciano a farsi sentire.
In natura abbiamo molti alleati che ci possono aiutare, come per esempio i prodotti delle api.
Miele, propoli, pappa reale, polline, cera d'api.
Incominceremo con il miele, un prodotto per tutte le stagioni, per ogni problema e per tutti.

Vedremo anche come le api producono tutti questi doni!
 
Siamo abituati a pensare al miele come un dolcificante, come sostituto dello zucchero.
Solo quando abbiamo tosse o mal di gola ci ricordiamo che il miele ha qualche proprietà in più, aggiungendolo al latte caldo.
Ma il miele, in realtà racchiude un sacco di principi benefici.
Come ben sappiamo infatti, esso nasce dalla lavorazione delle api sui fiori.
Ne consegue che a seconda del fiore d’origine, ogni miele gode di proprietà terapeutiche differenti. Sapere scegliere quale sia il più adatto a seconda del disturbo può essere molto interessante.



Il miele
L’ape vola di fiore in fiore per succhiare il nettare che trasformerà in miele.
Mentre fa ciò si “sporca” di polline fecondando in questo modo i fiori della piante.
Il polline raccolto dalle api serve per nutrire le larve, il nettare invece a nutrire le api adulte; quando la quantità raccolta è troppa per le loro necessità viene trasformata in miele ed immagazzinato per il momento del bisogno.

L’apicoltore per allevare le sue api costruisce loro delle casetta dette arnie, dove al suo interno vengono messi i telaini, dove le api operaie costruiscono con la cera i favi, celle esagonali dove si svolge la vita dell’alveare.
In alcune celle la regina depone le uova dalle quali nascono le larve, in altre viene depositato il polline, in altre il miele.

Quando i favi sono colmi di miele i telaini vengono tolti e con un coltello l’apicoltore toglie lo strato di cera che chiude la cella (opercolo).
Vengono riposti in una macchina che viene fatta girare, lo smielatore, dove grazie alla forza centrifuga il miele è estratto dai favi.
Ogni arnia può produrre dai 10 ai 40 kg di miele.


Il miele è composto da circa il 95% di zuccheri, associato a sali minerali, enzimi e sostanze aromatiche.
Questo alimento è indicato per tutti, adulti, bambini, anziani, sportivi.







Nella sua forma grezza, quindi quello che non è stato ancora sottoposto a nessun tipo di riscaldamento, pastorizzazione e trasformazione, possiede le migliori proprietà antibatteriche, antifungine ed antivirali.
Inoltre contiene elementi alcalinizzanti, vitamine naturali ed enzimi, oltre a calcio, ferro, magnesio, potassio, sodio, fosforo e zolfo.
Moltissime le vitamine presenti: B1, B2, B3, B6, B5 e C.

Ogni tipo di miele ha le sue proprietà, scopri qual’è quello giusto per te!

Miele di Acacia:
chiaro, quasi trasparente, liquido; è un buon antinfiammatorio per la gola, è disintossicante e leggermente lassativo;
 
Miele di Erica: ottimo diuretico, antireumatico e disinfettante delle vie urinarie;
 
Miele di Agrumi: chiaro, quasi lucido, cristallizza in vari modi; gode di proprietà sedative e antispastiche;

Miele di Castagno: ambrato, molto scuro, liquido trasparente; ottimo alleato della circolazione sanguigna, per i reni e per il fegato, per chi fa sport, come energetico, per anemici, perché contiene ferro;
 
Miele di Lavanda: chiaro e ambrato, cristallizzato molto fine; leggermente analgesico, diuretico, antireumatico e digestivo. Se spalmato calma bruciature e prurito;
 
Miele di Tarassaco: giallo vivo tendente al beige, cristallizzato fine; prende le proprietà del fiore di tarassaco, è diuretico e depurativo;
 
Miele di Timo: ottimo alleato nel combattere influenza e affezioni delle vie respiratorie;
 
Miele di Tiglio: ambrato chiaro a scuro, cristallizzato fine; gode di ottime proprietà sedative, calmanti ed espettoranti (libera dal catarro);
 
Miele di Rosmarino: bianco e cristallizzato molto fine; consigliato in caso di insufficienza epatica, colite, astenia e calcoli;
 
Melata di Abete: molto scuro, quasi nero, solitamente liquido; utile contro la bronchite, faringite, asma e influenza;

Miele di Eucalipto:
ambrato, cristallizzato fine e compatto; ha proprietà antiasmatiche, calmante della tosse ed espettorante;

Miele di Girasole: giallo paglierino vivo, cristallizzato fine; regola il colesterolo e previene l’osteoporosi.

Miele di Sulla: Il sapore è altrettanto delicato, dolce ovviamente, anche se con un retrogusto leggermente acerbo. È il miele degli sportivi per eccellenza, perché contiene fruttosio di alta qualità e numerosi oligoelementi, come zinco, rame, magnesio, ferro, manganese. Per queste sue caratteristiche è consigliato prima di un allenamento o dell’attività sportiva, essendo una formidabile fonte di energia, che verrà rilasciata in modo lento e costante a beneficio dell’apparato muscolare sotto sforzo.
Inoltre è lassativo, facilita la diuresi, è tonico, depurativo, consigliato per applicazioni sulla pelle contro acne e brufoli.

Miele di Rododendro: Miele chiaro e cristallizzato omogeneo;  Utile per curare bronchiti, ricostituente, combatte l'artrite.

Miele di Millefiori: dal bianco all'ambrato, di norma cristallizza; antinfiammatorio per la gola, tonificante.


Melata di Bosco: la melata di bosco è un miele molto particolare, dal sapore caramellato e dal colore ambra scuro, si distingue da tutti gli altri mieli in quanto non deriva dal nettare dei fiori bensì dalla melata. La melata è prodotta da alcuni insetti che si nutrono della linfa delle piante (Tiglio, Quercia, Castagno etc.) da cui traggono le sostanza nutritive. Le api utilizzano la Melata in grande quantità, producendo un miele molto ricco di minerali, dal sapore tonico e meno stucchevole dei comuni mieli avendo un potere dolcificante inferiore. Se ne consiglia l’utilizzo con il caffè, grazie al suo potere dolcificante inferiore, permette di gustarne pienamente il sapore pur abbattendo il sapore amaro; trova inoltre un ottimo abbinamento con i formaggi stagionati e su una fetta di pane abbrustolita!
Il miele di Melata di Bosco ha le seguenti caratteristiche: colore ambra scuro,  odore delicato, sapore caramellato, tonico, consistenza cremosa.
Ricco di minerali.

Colza: Bianco grigiastro o ambrato chiarissimo, cristallizzato, forte, di cavoli; disintossicante del fegato.
 

Corbezzolo: Ambra più o meno scuro con sfumature grigio-verdastre, cristallizzato fine, cremoso, abbastanza forte, caratteristico, di vegetale, fresco; astringente e diuretico, efficace contro asma e raffreddore da fieno.